Il dramma di Isabella Biagini. A fuoco l’appartamento, evacuato il palazzo (video)

Isabella Biagini, 76 anni, supermaggiorata degli anni ’70-’80, attrice, imitatrice e showgirl, ha rischiato di morire stamani nell’incendio della sua abitazione al secondo piano di via Nomentana. Poco tempo fa Isabella, che nel 1998 aveva perso la figlia Monica, era stata fotografata in un parco della Capitale tra cartoni e coperte e la sola compagnia del suo barboncino, come una clochard. Domenica scorsa la Biagini aveva partecipato alla trasmissione Domenica live di Barbara D’Urso dove aveva raccontato il suo dramma: «Sono stata raggirata dal mio fratellastro, ho perso tutto, mi ha lasciato in mezzo a una strada». L’attrice, che ha raccontato di «vivere con 700 euro al mese e di ricevere dalla Caritas frutta e marmellate», avrebbe dovuto essere sfrattata domani «perché la casa è intestata al mio fratellastro che non paga». Di qui le utenze staccate e la situazione precipitata. Isabella Biagini è stata soccorsa dai vigili del fuoco e trasportata in codice giallo in ospedale dal 118. Dopo aver spento l’incendio, i pompieri hanno dichiarato inagibile l’appartamento. Intossicati anche altri due inquilini che sono stati portati in salvo.

Domenica la Biagini ha raccontato il suo dramma in tv

Salvi altri che, sentito il fumo e viste le fiamme, si erano rifugiati sui balconi. La carriera dell’attrice era cominciata grazie a una piccola parte che Michelangelo Antonioni le aveva assegnato nel film “Le amiche”. Poi era venuto il successo e gli altri film, le regie di Steno e di Francesco Pingitore, con i suoi ruoli di bella e svampita. Aveva partecipato al programma “Cari amici vicini e lontani” di Renzo Arbore e a “Tv story” con Walter Chiari. Celebre, per la bravura, la sua imitazione di Mina. L’attrice potrebbe essere presto ascoltata dalla polizia che indaga sulle cause del rogo. “Non voglio i soldi di nessuno, non ho mai chiesto niente a nessuno – aveva detto a Domenica Live tre giorni fa – mi piacerebbe invece ricevere una rosa bianca, senza le spine”.