Dopo il fischio, la beffa: finge di allacciarsi le scarpe e segna il rigore (VIDEO)

Nemmeno le chicche scovate sul web e riproposte da Cristiano Militello nella sua divertente rubrica in onda il lunedì su Striscia la Notizia avrebbero saputo trovare di meglio: da qualche ora, infatti, spopola in rete un video – breve ma conciso – evidentemente registrato da un telefonino a bordo campo in cui, fingendo di allacciarsi le scarpe al momento di calciare il rigore, l’attaccante Lee Trundle inganna il portiere tirando dritto in porta e infilando il pallone alle sue spalle, prima ancora che il difensore numero uno possa rendersene conto. È accaduto in Galles, durante una partita tra vecchie glorie dello Swansea: ma l’impresa – tra il beffardo e l’irriverente – non è certo nuova sul tappeto verde…

Quelle finte prima di calciare un calcio di rigore

E allora, da Sivori a Messi, la memoria giornalistica – e da qualche tempo a questa parte anche quella digitale – è ricca, ricchissima di episodi che rivisitano la mitica beffa inflitta dal dischetto, dopo il fischio dell’arbitro. Rincorse che cambiano di velocità e stop istantanei prima di calciare finora, tra finte e tranelli, regole e deroghe, fair play e furbizia agonistica, la possibilità concessa ufficialmente a partire dal 2010 di bluffare un secondo prima di affrontare l’impresa di bucare la rete avversaria, apre il campo  a una serie di ingegnose trovate e beffarde conclusioni che infilano il portiere e conquistano la simpatia dei tofosi (e decisamente meno quella degli avversari)…