Dalle comunità cinesi italiane decine di migliaia di euro per il terremoto

Buone notizie da Verona, dove un ennesimo bellissimo gesto di solidarietà spontanea verso le vittime del terremoti arriva dalla comunità cinesi della città veneta: il presidente dell’associazione dei cinesi di Verona Dong Wen Ren ha consegnato al sindaco della città scaligera Flavio Tosi un assegno di 10mila euro da devolvere alle popolazioni terremotate di Amatrice. Alla cerimonia di consegna della somma ha partecipato il direttore del Consolato generale della Repubblica Popolare di Cina a Milano Lei Cai. La comunità cinese a Verona conta oltre 8mila persone. «Viviamo a Verona da molti anni e l’Italia è diventata la nostra seconda patria – ha detto Dong Wen Ren – per questo quando il terremoto ha raso al suolo tanti paesi del centro Italia abbiamo deciso di aiutare le popolazioni con un gesto di solidarietà concreto». «Ringrazio la comunità cinese di Verona per la generosità – ha aggiunto Tosi – e mi impegno a consegnare al più presto al sindaco di Amatrice la somma raccolta. La nostra città ha un legame forte con molte realtà della Cina, alle quali ci uniscono rapporti di amicizia e di interscambio economico consolidati nel tempo. Ringrazio quindi la comunità cinese di Verona, da sempre vicina al popolo italiano, per averne condiviso, in questa drammatica occasione, anche le sofferenze», ha concluso Tosi.

Gara di solidarietà delle comunità cinesi

Non è la prima delle comunità cinesi che partecipano concretamente alla corsa per aiutare le vittime del terremoto di Amatrice: come si ricorderà, l’8 settembre scorso, pochi giorni dopo il devastante sisma, la comunità cinese di Milano, che conta circa 19mila persone, consegnò al sindaco Beppe Sala un assegno di ben 89mila euro per le prime esigenze delle zone colpite. Il il 27 agosto quattro camioncini carichei di derrate alimentare e altri oggetti di prima necessità partirono da Firenze per andare in Abruzzo, organizzati dalle comunità cinesi di Firenze (cui si riferisce la nostra foto Ansa) e Prato coordinati dalla locale Misericordia. La locale comunità cinese fece anche un bonifico do oltre 46mila euro alla Protezione civile. A inizio settembre la comunità cinese di Napoli raccolse oltre 22mila euro per i terremotati ed effettuò direttamente un bonificao alla Croce Rossa. Moltissime altre comunità cinesi in Italia raccolsero fondi e li donarono in favore dell’emergenza-sisma. Né va dimenticato che a fine agosto l’Ambasciatore cinese in Italia Li Ruiyu ha consegnato la donazione della Croce Rossa Cinese (100mila dollari) per «esprimere l’amicizia e la vicinanza del popolo cinese nei confronti di quello italiano». I cinesi in Italia sono ltre duecentomila.