Dall’apertura del Giubileo alla cena con gli Obama: i 1000 giorni della first lady (VIDEO)

 

Le ultime foto in cui l’abbiamo vista felice e sorridente in pubblico risalgono ad ottobre scorso, in occasione della cena di commiato del presidente americano Barack Obama alla Casa Bianca. Fasciata in eleganti mise da sera, pronta a look più sobri per un té a bordo orto della presidenziale tenuta a stelle e strisce, anche in quell’ultima visita istituzionale ha accompagnato con garbo e riservatezza il marito premier. Un ruolo, quello del first lady nella più pura accezione del termine, da cui hanno ambiziosamente dirazzato mogli come Hillary Clinton, e la stessa Michelle Obama – solo per citare le ultime due in ordine di tempo – nella prospettiva (e nella speranza) di futuri debutti politici individuali. Ma lei no: Agnese non ha mai fatto pensare a discese in campo per lei, se non accanto a Matteo, devotamente affiancato in questi 1000 giorni di premierato coniugale. 

Agnese Renzi, 1000 giorni da first lady 

E allora, un video postato in apertura elenca a suon di immagini e fotogrammi strappati appena scena dall’aereo di Stato, i suoi atterraggi a San Franciasco e In Turkmenistan, passando per l’Australia e il Nevada, già nel 2014, sempre in veste di first lady. E se ha fatto clamore il glamour delle visite istituzionali a Washington come dall’Imperatore giapponese, altrettanta sommessa attenzione hanno destato le sue discrete partecipazioni all’inaugurazione del giubileo di dicembre 2015, così come la presenza ai funerali delle vittime del terremoto nell’agosto scorso. In mezzo, le polemiche sull’Expo, e la sua immancabile presenza istituzionale, un compito dignitosamente assolto con tanto di obblighi di ospitalità ben ottemperati nei confronti dell’amica Michelle Obama, così come della più autorevole cancelliera tedesca, Angela Merkel. E fino alla Leopolda di novembre e, ieri, il discorso di addio dimissionario del marito premier che, per questi 1000 giorni, ha appositamente ringraziato i figli e la moglie, first lady – come detto da Renzi stesso – «per aver sopportato la fatica di questi 1000 giorni, e per aver splendidamente rappresentato il nostro Paese». E in mezzo, tra l’esordio di 1000 giorni fa, e il commiato di domenica 4 dicembre, le polemiche sui privilegi conquistati proprio in quanto first lady…

Agnese Renzi tra polemiche e paparazzi

Come, per esempio, l’assunzione della moglie del presidente del Consiglio che, al contrario di altre sue silenti partecipazioni ad eventi pubblici, non è passata inosservata. La chiamata diretta della scuola a due passi da casa ha insospettito i tanti docenti precari in attesa di collocamento, in moltissimi casi spediti in città e istituti a centinaia di chilometri di distanza. Con la riforma Renzi della Buona scuola, la precaria Agnese Landini è diventata finalmente insegnante di ruolo: e dopo nove anni da insegnante precaria, l’ultimo dei quali passato a fare supplenze in un liceo fiorentino, è stata quindi scelta dalla dirigente scolastica del Peano direttamente dalla lista degli insegnanti in graduatoria, in base a «criteri meritocratici come l’esperienza nell’utilizzo delle tecnologie e la conoscenza delle lingue straniere». Una dote che le è servita più a scuola che alla Casa Bianca…