“Custodisce” i beni di un disabile e gli ruba 67mila euro: denunciato curatore giudiziario

Si moltiplicano le truffe ad anziani e diabili, una piaga morale. La Guardia di finanza di Pesaro, coordinata dalla procura di Urbino, ha denunciato per peculato un curatore giudiziario che, dal 2006 al 2015, ha ‘custodito’ i beni e le disponibilità finanziarie di un anziano affetto da problemi cerebrali sin dalla nascita, e si sarebbe appropriato di oltre 67 mila euro sottratti dal conto corrente dell’assistito.

Era disabile dalla nascita: lo raggirano

Il Gip ha disposto la confisca per equivalente dei beni dell’indagato, fino al raggiungimento della somma sottratta. Si tratta dell’ennesimo caso di raggiro ai danni di persone anziane o inabili sventato nel Pesarese negli ultimi mesi: dalla truffa ad un’anziana milionaria circuita dalla badante straniera alla vicenda dell’amministratore di sostegno che si è appropriato degli averi di un’altra anziana con una grave patologia neurologica.