Berlino, Gasparri: “Subito norme per espulsioni immediate prima di Natale”

“Servono norme da varare prima di Natale per espulsioni immediate”. È categorico Maurizio Gasparri. Man mano che si hanno notizie dettagliate sugli spostamenti del  tunisino Amri ricercato in tutta Europa, la rabbia monta. “Lo stragista islamico tunisino di Berlino – sostiene Gasparri – era sbarcato a Lampedusa anni fa. È ora di finirla con la retorica del barcone-monumento, con l’apologia degli sbarchi, del trasporto continuo di clandestini. Lampedusa va protetta da questa invasione. Le missioni internazionali vanno sospese con immediatezza. Chiedano scusa Renzi e tutti coloro che hanno alimentato le partenze di immigrati al cui interno si nascondono feroci assassini. Basta con questa invasione. Lampedusa è Italia ed è Europa, non la porta di ingresso di chi uccide nel nome dell’Islam, né il luogo per esibizioni cinematografiche di politici cinici che cercano lo show sacrificando la sicurezza degli italiani. Servono leggi europee speciali per espulsioni di massa di tutti i sospetti. Le procedure burocratiche che lentamente stanno portando al suicidio i nostri Stati vanno archiviate”.