Mosca: le truppe di Assad controllano Aleppo. Evacuati 110mila civili

L’esercito siriano ha cacciato i jihadisti dalla parte orientale da Aleppo est. Dopo quattro anni e cinque mesi di guerra le truppe di Damasco controllano ora oltre il 98 per cento del territorio di Aleppo. Mentre i miliziani sono costretti in una porzione della città di circa tre chilometri quadrati. Nelle ultime ventiquattr’ore l’esercito siriano ha conquistato undici quartieri. Inoltre dalle zone di Aleppo est ancora in mano ai miliziani sono stati evacuati 7.796 civili, tra cui 3.946 bambini. La notizia è stata diffusa da Mosca che ha anche precisato che 375 miliziani hanno deposto le armi. Sempre secondo Mosca, dall’inizio dell’offensiva delle truppe lealiste su Aleppo, sono stati evacuati circa 110mila civili.

Aleppo in festa

La vittoria di Assad è data ormai per imminente. Il generale Zaid al-Saleh, a capo del comitato di sicurezza locale, ha detto che i combattenti ribelli «non hanno più molto tempo». Sottolineando che possono soltanto «arrendersi o morire». Lo riferisce la Bbc, aggiungendo che la tv di Stato siriana ha diffuso le immagini della popolazione della città in festa. In questo clima lunedì Papa Francesco ha lanciato un appello presidente Bashar Assad.  Un appello per «garantire che il diritto umanitario internazionale sia pienamente rispettato per la protezione dei civili e l’accesso agli aiuti umanitari».