A processo per abusi sessuali, un prof di musica di Portici ancora insegna

Accusato di abusi su alcune sue alunne, ancora insegna. Un professore di musica di una scuola media di Portici (Napoli) è stato rinviato a giudizio, circa due mesi fa, per presunti abusi sessuali su alcune studentesse 14enni ma continua a insegnare  per un errore burocratico. All’ufficio scolastico regionale non è mai giunta nessuna comunicazione dalla Procura della Repubblica che indaga sui presunti abusi. A darne notizia è il Mattino di Napoli.

Prof abusa delle alunne e ancora insegna

Gli abusi contestati al docente sarebbero avvenuti circa un anno e mezzo fa, nell’istituto Santagata. A renderli noti sarebbero state le vittime, parlando con i genitori, che hanno riferito di attenzioni morbose. Dichiarazioni rese anche alle forze dell’ordine e ai magistrati nel corso di un incidente probatorio disposto dal gip Nicola Quatrano, che poi ha accolto la richiesta di rinvio a giudizio formulata dal pm Francesca Falconi per abusi sessuali su minorenne aggravati dalla continuazione. “Carezze” avvenute, sempre secondo le ragazze, durante le lezioni di chitarra che l’insegnante di musica teneva in orario pomeridiano. Il professore dall’inizio dell’anno scolastico in corso insegna in un’altra sezione e ha ottenuto un distacco parziale da quella scuola media. In sostanza, per alcune ore, presta servizio in un altro istituto.  Il docente di musica accusato di abusi sessuali su alcune studentesse, con oltre 20 anni di servizio, sposato e con figli, non aveva mai dato segnali “strani”. Tuttavia, come ricorda Il Mattino, circa 18 mesi fa alcuni genitori hanno denunciato particolari attenzioni verso le loro figlie.