Rampelli ad Amatrice: «Sono tornato, Fratelli d’Italia è con voi dal 24 agosto»

«Siamo felici, come Fratelli d’Italia, che l’appello del sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi, sia stato accolto con tanta mobilitazione da parte di tutte le forze politiche parlamentari. Noi siamo tornati non solo per senso di appartenenza a queste terre, ma anche per confermare il nostro impegno che dal 24 agosto ci ha visti presenti in tutte le forme anche con nostri volontari». Parola di Fabio Rampelli, capogruppo di Fratelli d’Italia alla Camera in queste ore ad Amatrice in compagnia del primo cittadino,  che nei giorni scorsi aveva lanciato un appello a tutte le forze politiche a trascorrere qualche giorno nel comune reatino colpito dal terremoto a fine agosto. Rampelli si era recato ad Amatrice all’indomani del sisma quando, l0ntano dai riflettori, aveva portato solidarietà e aiuti concreti ai cittadini vittime del terremoto. «La nostra azione – si legge nel comunicato di  Rampelli  – è stata recepita in gran parte dal governo nella sessione parlamentare dedicata al terremoto nella quale è stata approvata la nostra mozione capostipite”, conclude Rampelli. 

Ieri alcuni parlamentari di diverse forze politiche,  dalla Lega al Pd, si sono presentati ad Amatrice dopo il pressing del sindao Pirozzi. Il primo ad arrivare è stato il grilino Luigi Di Maio, vicepresidente della Camera. Oltre agli esponenti Cinquestelle hanno passeggiato per le macerie di Amatrice, visitando la zona rossa e le aree di soccorso, anche alcunu esponenti del Pd, di Ncd e Scelta Civica e la leghista Barbara Saltamartini.