Aleppo, cominciata l’evacuazione dei feriti. Telefonata tra Putin ed Erdogan

Il conflitto in Siria è stato oggetto di una lunga discussione tra Vladimir Putin e Recep Tayyip Erdogan. In particolare, come ha riferito il Cremlino, i due  presidenti hanno discusso «dello sviluppo della situazione ad Aleppo». I due capi di Stato «hanno rimarcato la necessità di unire gli sforzi per migliorare la situazione umanitaria e facilitare il lancio di un vero processo politico in Siria».

Aleppo est, evacuati i primi feriti

Ad Aleppo est è stata raggiunta una nuova intesa per l’evacuazione dei civili. E i primi feriti sono stati evacuati verso la parte occidentale controllata dal governo. Secondo Al Jazira un primo convoglio di ambulanze partito dall’area controllata dai ribelli ha raggiunto i posti di blocco governativi. Seguirà l’evacuazione dei civili che vogliono partire. Le previsioni sono che l’operazione duri due o tre giorni. «Su ordine del presidente russo – riferisce il ministero della Difesa di Mosca – il centro russo per la riconciliazione, in cooperazione con le autorità siriane, sta preparando il ritiro dei miliziani rimasti e dei loro familiari dalle zone orientali di Aleppo».

Mosca monitora la situazione con droni

Mosca sostiene inoltre che «le autorità siriane garantiscono la sicurezza di tutti i membri dei gruppi armati che hanno deciso di lasciare i quartieri orientali di Aleppo». E che il centro russo per la riconciliazione delle parti belligeranti sta monitorando la situazione con videocamere e droni.