Rampelli ad Alfano: «Ti sbagli, governo yogurt con scadenza. E poi alle urne»

La proposta di Angelino Alfano di un esecutivo di responsabilità nazionale è irricevibile. «Qualsiasi governo nasca, sarà un governo yogurt e sulla confezione c deve essere scritta la data della cadenza, perché la data di scadenza ce l’ha messa il popolo italiano…». Fabio Rampelli, reduce dalle consultazioni di venerdì con il capo dello Stato insieme a Giorgia Meloni, respinge senza appelli la ricetta del ministro dell’Interno (dimissionario) che intende temporeggiare rinviando la data del voto.

Rampelli boccia Alfano: subito al voto

Il capogruppo di Fratelli d’Italia alla Camera ha ribadito nel corso della trasmissione Coffe break su La7  che la via maestra resta quella delle elezioni immediate per evitare un quarto presidente del Consiglio non eletto dai cittadini. Rampelli boccia l’appello di Alfano per un governo di responsabilità nazionale attraverso una “coalition of the willing” (ammucchiata). «Non siamo disponibili a sostenere alcun governo – spiega ancora Rampelli – perché vogliamo le elezioni anticipate che i cittadini italiani meritano e si aspettano dopo la bocciatura referendaria al governo Renzi». Con quali regole del gioco? «C’è una maggioranza in Parlamento che ha il compito di fare gli aggiustamenti delle legge elettorale per poi indire al piu presto la date delle elezioni», conclude Rampelli denunciando il tenttivo maldestro del centrosinistra di buttare “la palla in tribuna“ per prendere tempo.