Minniti: «Carminati non ha e non ha avuto rapporti con i servizi segreti»

«Massimo Carminati non ha avuto e non ha rapporti con i servizi segreti italiani». Ad assicurarlo è stato Marco Minniti, sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega ai servizi segreti, ascoltato come testimone nel processo su “Mafia Capitale”, nell’aula bunker di Rebibbia. 

Minniti: «Carminati né fonte, né dipendente dei servizi» 

Minniti è stato citato come testimone dall’avvocato Bruno Giosuè Naso, difensore dell’ex Nar. Il sottosegretario ha poi aggiunto che «fatte le opportune verifiche presso le agenzie operanti, non risulta che Carminati sia o sia stato alle dipendenze dei servizi né che fosse una loro fonte». E ancora, ha sottolineato Minniti, «non risulta che dipendenti dei servizi segreti abbiano avuto rapporti con Carminati».