Usa 2016, Trump vs Hillary: la lunga notte elettorale in tre minuti (video)

Donald Trump è il nuovo presidente degli Stati Uniti. Al termine dell’election day (la lunga notte elettorale) i repubblicani mantengono inoltre il controllo di Camera e Senato al Congresso. Hillary Clinton ammette la disfatta e chiama il tycoon, riconoscendogli la vittoria. I mercati reagiscono e Trump rimedia lanciando messaggi rassicuranti. Poi, alla platea americana, agli occhi di tutto il mondo promette: «Sarò il presidente di tutti gli americani… Cercheremo alleanze, non conflitti, nel mondo», rassicura il neo-presidente sottolineando che gli Stati Uniti «andranno d’accordo con tutti coloro che vorranno andare d’accordo con noi».

Usa 2016, la lunga notte elettorale in tre minuti

Poi la parola passa a Mike Pence, il candidato alla vice presidenza di Trump che, salendo sul palco allestito all’Hilton con la famiglia del tycoon, commenta: «È una notte storica. Gli americani hanno parlato e hanno eletto il loro campione». Sulla sponda opposta, diametralmente agli antipodi, l’atmosfera tra i fan della Clinton che hanno lasciato il Javits Center tra le lacrime è cupa, grigia, e il leitmotiv che ripetono gli interpellati dalle varie tv locali e non è sempre lo stesso: «Andate a casa, non avremo niente da dire stasera». E a ribadirlo, una volta per tutte, alla fine interviene anche John Podesta, il manager della campagna di Hillary. Una lunga notte elettorale, quella appena trascorsa al di là dell’oceano. Una notte di competizione e di speranze, che ha visto Trump trionfare, i Clinton incassare la delusione, e l’America scegliere il cambiamento: un video (postato in apertura) ne riassume i passaggi salienti in appena 3 minuti.