Steven Seagal riceve il passaporto russo direttamente dalle mani di Putin

Vladimir Putin ha consegnato il passaporto russo all’attore americano Steven Seagal durante un incontro al Cremlino. Seagal ha più volte difeso la politica del governo russo, compresa l’annessione della penisola di Crimea nel 2014. Putin ha detto che l’ottenimento della cittadinanza russa lo aiuterà nella realizzazione dei suoi progetti professionali. Ma sarà utile anche nei contatti con gli amici in Russia. «Le faccio i miei auguri», ha dichiarato Putin. «Ed esprimo la speranza che questo, seppur piccolo, gesto possa essere il segnale di una graduale normalizzazione anche dei nostri rapporti interstatali».

La firma di Seagal sul documento

Consegnando a Seagal il nuovo documento, Putin ha aggiunto: «Senza la sua firma, il passaporto non è valido». Al che l’attore ha apposto subito la sua firma sul documento di identità. Seagal e si è detto onorato per l’incontro con il presidente russo al Cremlino. L’attore, esperto di arti marziali, non ha mai nascosto la sua simpatia per il leader russo.«È uno dei maggiori leader mondiali viventi», ha detto. «Lo considero mio amico e vorrei considerarlo mio fratello», aveva anche affermato qualche anno fa riferendosi appunto a Putin.

L’incontro con Lukashenko

L’attore di Trappola in alto mare – i cui nonni paterni erano ebrei russi – lo scorso agosto è stato anche ospite del controverso presidente bielorusso Aleksandr Lukashenko, noto per usare il pugno duro contro gli oppositori. In quell’occasione la star di Hollywood non si è sottratta al video di rito della tv di Stato di Minsk, le cui telecamere hanno ripreso Seagal mentre accetta ossequioso una carota dal leader bielorusso. E0 la mangia con gusto durante una visita nella residenza presidenziale.