Spagna, smantellata cellula dell’Isis: reclutava giovani per la jihad

Una cellula di fiancheggiatori dell’Isis è stata smantellata a Ceuta, l’enclave spagnola in territorio marocchino. A darne notizia è stato il ministero degli Interni di Madrid, chiarendo che la cellula era specializzata nel reclutamento di nuovi jihadisti.

L’Isis cerca jihadisti sempre più giovani

Le persone arrestate sono quattro: tre uomini e una donna. Tutti sono accusati di indottrinare e reclutare giovani, attraverso internet. Fra le vittime della propaganda islamista anche minori, in ossequio alle direttive per il reclutamento di candidati alla jihad sempre più giovani che, secondo il ministero spagnolo, stanno circolando fra gli affiliati all’Isis.

L’Ue studia la de-radicalizzazione dei foreign fighters

La questione della radicalizzazione, con un particolare riferimento ai foreign fighters che vanno a combattere per l’Isis, è anche al centro di una conferenza indetta dall’Ue, con la partecipazione tra gli altri del commissario per la Sicurezza Julian King e del collega con delega alla Migrazione e agli affari interni Dimitris Avramopoulos. «I foreign fighters di ritorno, già radicalizzati, pongono una sfida particolare per gli Stati membri. Saranno necessari diversi interventi, come programmi di de-radicalizzazione in prigione e iniziative di integrazione», ha detto King, secondo il quale «sebbene la priorità immediata sia la minaccia posta dall’estremismo islamico, la risposta e le azioni di prevenzione devono andare oltre se vogliamo evitare di cadere nella trappola di focalizzarci solo sulle questioni dell’oggi a spese del domani».