Il sondaggio che non t’aspetti: anche i tedeschi vogliono il referendum sulla Ue

Sorpresa: l’Europa di Bruxelles e l’euro che ne è la bandiera hanno stufato persino i tedeschi, cioè i maggiori beneficiari della mostruosa creatura buro-finanziaria seguito al crollo del Muro di Berlino. Un sondaggio effettuato dall’istituto di ricerca politica ‘Tns Infratest‘ per conto della fondazione Koerber di Amburgo, si è infatti incaricato di far ricredere chi si era convinto che l’allergia alle regole e alle direttive dela Ue fosse un’ossessione esclusiva degli inglesi. In realtà, la Brexit ha solo tracciato il solco nel quale adesso s’incanalano un po’ tutti, tedeschi compresi.

I 2/3 dei cittadini insoddisfatti dell’Unione europea

Secondo il sondaggio  infatti, due terzi dei cittadini germanici si dichiarano insoddisfatti dell’Unione europea e il 42 per cento vorrebbe un referendum per decidere sulla permanenza della Germania nel club di Bruxelles. Inoltre, il 62 per cento degli interpellati ritiene che l’Ue sia sulla strada sbagliata e il 73 per cento pensa che la Germania sia stata lasciata sola dai Paesi partner nella crisi dei profughi. Il 67 per cento considera il voto dei britannici per la Brexit un indebolimento dell’Unione, il 59 per centorilevato dal sondaggio ritiene che la Germania dovrebbe rafforzare la sua leadership nell’Ue e il 25 per cento saluta con favore l’ascesa di partiti e movimenti euroscettici.

Il sondaggio è un allarme per la Merkel

Numeri fino troppo chiari, questi emersi dal sondaggio della Koerber. Bisognerà ora valutarne l’impatto sulle scelte politiche e sulle elezioni politiche della primavera del 2017. Angela Merkel si è candidata per la quarta volta. La Cancelliera potrebbe  pagare elettoralmente le sue aperture sull’immigrazione – è già capitato alle recenti elezioni amministrative di Berlino e prima ancora nel suo feudo di Pomerania-Meclemburgo – ma soprattutto rischia, in caso di vittoria,  di rirovarsi l’unica politicamente sopravvissuta in un contesto internazionale in rapida evoluzione, cui la recente vittoria di Donald Trump appare destinata ad imprimere un ritmo ancor più incalzante. Tutta l’Europa, insomma, è un divampare di sentimenti anti-Bruxelles. Ora il sondaggio indica che anche la Germania ne è stata “contagiata”. E anche che le prossime elezioni, per frau Merkel, non saranno una passeggiata.