Salvini lancia un avviso ai naviganti: “Attenti, fregheremo sia Renzi sia Grillo”

La sfida al referendum costituzionale “non è fra Renzi e Grillo, questa è la narrazione che fa comodo ai giornali”. Lo ha detto il segretario della Lega, Matteo Salvini, che intervenendo alla scuola di formazione politica del movimento a Milano ha sostenuto che “se il 4 dicembre tutto va come deve andare, freghiamo Renzi e Grillo e faremo un favore agli italiani”. Salvini si è detto convinto che al referendum vincerà il No. E dal 5 dicembre, ha aggiunto, saranno “fuochi d’artificio, con la Lega che avrà molto da dire” per il futuro del centrodestra. “Il 5 dicembre – ha sostenuto Salvini – vedremo chi avrà coraggio e chi preferisce svendersi”.

Salvini annuncia una manifestazione a Firenze

Il palco della manifestazione leghista di sabato prossimo a Firenze contro la riforma costituzionale “è aperto a tutti”, soprattutto nel centrodestra, ma “chi preferirà non esserci e rimanere a casa si autoesclude”. Lo ha detto Salvini a margine dell’incontro della scuola di formazione politica della Lega. “Chiunque si presti a governicchi a tempo fa male al Paese e non sarà alleato della Lega”, ha aggiunto Salvini parlando a Milano. Nessuna alleanza, ha poi ribadito, nemmeno con chi “voterà Sì al referendum o ha già tradito una volta”. Infine, parlando delle elezioni per la Casa Bianca, il segretario della lega ha detto che “martedì starò sveglio tutta la notte, martedì rischia di cambiare la storia. E sto tifando con tutto me stesso perché vinca Donald Trump, evitando la sciagura che vinca il peggio del peggio, cioè Hillary Clinton“.