Roma violenta, prende a calci una donna che aspetta il bus per rapinarla

Roma violenta, indifesa e indefendibile. Un far west, quello capitolino, che si consuma ogni giorno sotto gli occhi e sulle spalle dei romani, sempre più indignati e offesi, aggrediti e abbandonati. Nel caso che stiamo per affrontare il cerchio investigativo si è chiuso praticamente sul nascere per il tempestivo intervento dei carabinieri, accorsi a tutela di una donna brutalmente aggredita da un borseggiatore che voleva derubarla. Ma quanti episodi del genere – e realtive declinazioni criminali – si consumano e restano drammaticamente impuniti? Quanti casi di violenza e microcriminalità, frutto di degrado cittadino e di carenze giurdiche troppo spesso propedeutiche all’impunità, si devono ancora verificare perché la sicurezza delle strade a Roma – in centro, come in periferia – diventi quantomeno un obiettivo da perseguire concretamente e tempestivamente?

Roma violenta: donna aggredita mentre aspetta il bus

E mentre in Campidoglio come al Viminale ci si interroga sul da farsi e sulle competenze in attesa di un articolato piano d’interventi sulla sicurezza della capitale, la cronaca cittadina registra l’ennesimo caso criminale, l’ultima aggressione perpetrata adi danni di una donna mentre, come chissà quante altre donne chissà aquqante altre volte, era ferma alla fermata dell’autobus. Un’attesa che deve essere semrabta interminabile e che si è trasformata in attimi di terrore per una 31enne peruviana che, da sola, aspettava l’autobus alla fermata in via di Tor di Quinto quando, all’improvviso, la donna è stata raggiunta alle spalle, avvicinata e colpita violentemente a calci da un uomo che ha tentato di rubarle la borsa.

Roma violenta: il tempestivo intervento dei carabinieri

Per fortuna e per una fortunata coincidenza dei tempi, l’aggressore, un 44enne romano con precedenti, è stato bloccato dai carabinieri del Comando Unità Mobili e Specializzate Palidoro, in servizio di vigilanza esterna alla caserma Salvo D’Acquisto. In transito in quel momento, infatti, i carabinieri hanno notato l’uomo mentre si avvicinava furtivamente alle spalle della donna e sono intervenuti rapidamente prima che potesse allontanarsi e dileguarsi nel buio. In ausilio, poi, sono subito giunti i carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Roma Trionfale che hanno arrestato l’uomo e lo hanno condotto agli arresti domiciliari. L’aggressore, adesso, dovrà rispondere del reato di rapina; la vittima del brutale agguato, invece, dovrà superare la paura e lo choc di quei drammatici istanti che, come facilmente intuibile, non impiegherà poco tempo a dimenticare…