L’ultima tecnica “egiziana”: la rapina con l’arancia in bocca (video)

I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Centro hanno arrestato il quarto componente della banda di cittadini egiziani, autori di una rapina ai danni di un turista inglese, compiuta verso le 3 dello scorso 30 ottobre, in via Vicenza, ripresa da una telecamera di sicurezza di un hotel. Il ragazzo britannico stava rientrando in hotel quando, con uno sgambetto, lo hanno fatto cadere a terra e gli hanno messo un’arancia in bocca per non farlo urlare, rischiando di soffocarlo. Lo hanno immobilizzato e gli hanno portato via il portafogli e lo smartphone. Il quarto arrestato, anche lui cittadino egiziano, è appena diciottenne ed era sfuggito alla cattura la notte stessa della rapina. I Carabinieri lo hanno scovato all’interno dei giardini Einaudi, in largo di Villa Peretti, angolo piazza dei Cinquecento, sottoponendolo a fermo di PG. Alla vista dei militari il nordafricano ha opposto una violenta resistenza. Con lui, sempre all’interno degli stessi giardini, i Carabinieri hanno fermato anche un altro cittadino egiziano di 18 anni che con i quattro autori della rapina al cittadino inglese in via Vicenza avrebbe compiuto un’ulteriore rapina verificatasi lo scorso 28 ottobre, verso le ore 2, in piazza dei Cinquecento, ai danni di un turista ungherese che passeggiava con la fidanzata.