Rom svaligiano casa: beccate mentre rubano anche le urne con le ceneri

Se è vero che tutti i furti sono un’offesa alla propria intimità, un sopruso perpetrato ai danni del bene privato, spesso amato, quello appena denunciato e sventato a Monza dal proprietario di un appartamento preso di mira da due giovani ladre rom ha addirittura del sacrilego: ad essere profanate dall’onta del saccheggio, infatti, sono state anche due urne cinerarie che al loro interno contenevano i resti dei suoceri della vittima della rapina…

Ladre rom rubano anche le urne con le ceneri

Proprio così: con l’ultima degenerazione in materia di furti è stata violata anche la dimensione del lutto. La giovane ladra – incinta e residente in un campo rom del Milanese insieme alla sua complice, beccata però solo in un secondo momento dalle forze dell’ordine – è stata arrestata dai carabinieri di Monza mentre tentava di fuggire da un appartamento che aveva appena saccheggiato con alcuni gioielli e – udite, udite – anche l’urna funeraria con le ceneri della suocera del proprietario dell’immobile. La sua complice, che con lei era stata colta sul fatto proprio dalla vittima del furto appena perpetrato, rientrato cogliendole sul fatto, è invece riuscita a fuggire portandosi via però un’altra urna, questa volta contenente le ceneri del suocero e una collana. Le due erano riuscite ad entrare in casa da una finestra del piano terra dell’abitazione, quando la vittima del furto è rientrata a casa e ha cercato di fermarle, per poi chiamare il 112 riuscendo a farne arrestare una. Con buona pace delle due ladre rom colte con le mani nel sacco, e dei compianti defunti tornati al loro altare casalingo…