Renzi gioca a fare il comico: «Fra 25 anni il governo cambierà» (video)

È il solito Renzi. Che vuole a tutti i costi risultare simpatico, anche se ormai l’operazione simpatia si è dileguata e le sue battute (così come i suoi sorrisetti) provocano sempre un’ondata di commenti durissimi sul web. E il video sul suo intervento all’inaugurazione dell’anno accademico della Guardia di Finanza be è una prova, accolto dal popolo di Facebook da sfottò, ironie e critiche feroci. 

Renzi e le provocazioni

Poi però, in altri suoi interventi, Renzi continua la sua campagna referendaria con una valanga di provocazioni. «Bisogna fare squadra oppure vince il No, vince il mai», ha detto il presidente del Consiglio invitando i sostenitori del Si a convincere gli indecisi sul voto «telefonando, parlando, discutendo, da solo non ce la faccio». Parlando a un incontro al Teatro Ariosto di Reggio Emilia Renzi ha poi aggiunto che «se vince il No non ci saranno le cavallette, noi vogliamo cambiare l’Italia se non possiamo cambiare l’Italia – ha aggiunto – venga un altro più bravo di noi. Ma – ha concluso Renzi – mi fido dei miei compagni di squadra e sono sicuro della vittoria». Ironica la risposta di Berlusconi: «Questa non è una cosa che deve stupire. Con Renzi ci sono gli Alfano, i Verdini, i Cicchitto non mi sembra sia il Real Madrid».