Rapina ad anziani e tentato omicidio della badante a Taranto: un arresto

È stato individuato e arrestato dai carabinieri uno dei due presunti autori di una rapina commessa a Torricella (Taranto) l’8 agosto scorso nell’abitazione di due anziani coniugi. In quella occasione i malviventi tentarono di soffocare una badante romena. In carcere è finito Mario Bisci, 25enne di Sava, sorvegliato speciale, a cui è stata notificata un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip Pompeo Carriere su richiesta del sostituto procuratore Mariano Buccoliero. È accusato di concorso in tentata rapina e tentato omicidio, simulazione di reato e violazione degli obblighi della sorveglianza speciale. I due banditi, che indossavano passamontagna e guanti, entrarono nell’abitazione subito dopo aver visto il proprietario allontanarsi, ma furono fronteggiati dalla 50enne badante romena dell’anziana donna che tentò una reazione.

Rapina a Torricella, arrestato un malvivente

I malviventi utilizzarono uno spray urticante per bloccarla. Poi la donna fu imbavagliata. A quel punto, mentre uno dei rapinatori la controllava, l’altro frugò in casa per cercare danaro o oggetti di valore, non riuscendo però a trovare nulla. Mentre i due si allontanarono dall’appartamento, la badante riuscì a divincolarsi e a togliersi il bavaglio. Uno dei due malviventi le strinse energicamente la gola fino quasi a soffocarla e fuggendo solo all’arrivo di alcuni vicini. Fu però notata l’autovettura a bordo della quale i malviventi erano fuggiti, risultata intestata alla madre di Bisci, già noto per i suoi precedenti. Un congiunto dell’arrestato è stato denunciato per favoreggiamento e simulazione di reato. Proseguono le indagini per identificare il secondo complice della rapina.