Orban: «La vittoria di Trump darà il via alla liberazione dell’Occidente»

Il voto stelle e strisce è una “benedizione” per la politica internazionale. Il premier ungherese Viktor Orban ha sostenuto che la vittoria di Donald Trump alle elezioni statunitensi è, per l’Occidente, una liberazione dalla “prigionia” del “politicamente corretto”: «Con questa vittoria elettorale, la civiltà occidentale torna alla vera democrazia, e potremo liberarci dal discorso politicamente corretto», ha detto Orban a una conferenza della Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo (Bers) a Budapest.

Orban: «Una spallata a un’ideologia che ha fatto il suo tempo»

«Viviamo grandi giornate. Ci liberiamo dalla prigionia di un ideologia passata, il liberalismo, e possiamo tornare al discorso schietto, sul terreno della realtà», ha sostenuto ancora il premier come riferiscono media ungheresi. «Quello che succede adesso in America offre la possibilità anche ad altri di evadere dalla prigionia delle ideologie, dal mondo della correttezza politica, da un pensiero staccato dalla realtà», ha insistito Orban. Subito dopo l’annuncio dei risultati, il premier ungherese aveva commentato la vittoria di Trump scrivendo su Facebook «Che magnifica notizia. La democrazia è ancora viva». Dopo un incontro avuto ieri a Londra con la premier britannica Theresa May, Orban ha parlato anche della Brexit: «Non è per nulla una tragedia, una sconfitta, anzi; è un tentativo di una grande nazione di cercare il successo in un altro modo», ha sostenuto il premier.