Norcia riparte dagli asili nido in legno a prova di terremoto

Un asilo nido che ricorda la versione moderna della casetta dei sogni: in legno, colorato, accogliente, ecologico e antisismico. È quello che aprirà a Norcia entro Natale, grazie alla Onlus milanese “Mission Bambini”, che darà anche il nome alla scuola, e a una cordata di aziende e associazioni che contribuiranno alle fasi della sua realizzazione. 

La prima opera pubblica post-sisma

L’asilo nascerà in una struttura prefabbricata, di quelle però destinate a durare per sempre. Per questo, dall’avvio del montaggio, martedì 29, potrà essere completato in tempi record, connotandosi poi come la prima opera pubblica definitiva post-sisma. Si tratterà di 177 metri quadri, interamente realizzati in «legno lamellare, certificato, sostenibile e antisismico», come spiegato dall’azienda che lo fornisce, la Rubner haus spa, realtà altoatesina leader in Italia e in Europa  per questo tipo di costruzioni.

Aziende e associazioni per i bimbi di Norcia

A contribuire alla costruzione dell’asilo saranno poi la “Costruzioni Iannini srl” e la “Simone Edilizia” e gli studi di ingegneria “Prof. Antonio Ing. Masci” e “Dott. Roberto Ing. Arduini”, tutti dell’Aquila, e interessati rispettivamente per gli scavi e le fondazioni, la progettazione, la direzione dei lavori e la sicurezza e il collaudo delle strutture. Un contributo, inoltre, è stato dato anche dall’associazione di volontariato Casa Alessia onlus di Novara.

Ad Amatrice il liceo sportivo e turistico

E dalle scuole riparte anche Amatrice, dove, nel corso di una visita alla sede provvisoria del liceo scientifico “Jucci”, realizzato dalla Provincia autonoma di Trento, il ministro dell’Istruzione Stefania Giannini ha annunciato la futura nascita di un liceo a indirizzo sportivo e turistico, «con l’ambizione di avere una vocazione internazionale».«Il futuro oggi è rappresentato da una scuola a indirizzo turistico, una vocazione che ha sempre caratterizzato il nostro territorio, unita a quella internazionale e sportiva», ha commentato il sindaco di Amatrice Sergio Pirozzi, aggiungendo che «lo sport mai come ora è fondamentale per i nostri ragazzi, e proprio in settimana chiuderemo un accordo con il Coni perché nel Liceo ci sia un centro sportivo legato alla stessa scuola».