Monfalcone, ecco perché la vittoria del centrodestra ha una portata nazionale

«Quando il centrodestra è unito e sceglie i candidati giusti e credibili, i risultati arrivano. Monfalcone docet». Lo ha dichiarato il senatore di Forza Italia, Altero Matteoli, commentando la vittoria del neo sindaco Anna Maria Cisint a Monfalcone.

Matteoli: «Il centrodestra unito vince»

«La ricomposizione del centrodestra, con programmi alternativi alla sinistra – ha aggiunto Matteoli – è essenziale per riavere la fiducia dei cittadini che in questi anni sono stati disorientati dalle nostre scelte. Credo che esempi come Monfalcone dimostrino che la strada da seguire è l’unità e i programmi condivisi. È evidente – ha detto ancora il senatore azzurro – che anche la coesione tra le forze di centrodestra sul No al referendum per impedire l’approvazione di una riforma sbagliata cementi la nostra area, in vista di una necessaria svolta politica da offrire al Paese dopo la deludente e fallimentare stagione di Renzi».

Rampelli: «Una vittoria di portata nazionale»

E di una vittoria «di portata nazionale» ha parlato anche il capogruppo alla Camera di FdI, Fabio Rampelli. «È giusto sottolineare il totale fallimento del Pd e la speranza riposta dai cittadini friulani nelle proposte del centrodestra, prima fra tutte quella di aprire una vertenza con Fincantieri affinché gli storici cantieri navali di Monfalcone possano far lavorare aziende e persone italiane, dal momento che si tratta di una grande azienda con il 70% di capitale pubblico». «La cittadina è infatti invasa da migliaia di lavoratori bengalesi sfruttati da ditte subappaltatrici che li sotto pagano e ha subito una drastica trasformazione sociale e urbanistica con un degrado senza precedenti», ha ricordato Rampelli sulla sua pagina Facebook, parlando anche della mozione al governo presentata da FdI sull’argomento. «L’ex roccaforte rossa tradita dal Pd, dove la destra ha sempre fatto fatica ad affermarsi per la sua antica vocazione operaista, si affida al centrodestra per risollevarsi dal declino. Auguri e complimenti al sindaco, che – ha concluso Rampelli – continueremo a sostenere con adeguate iniziative parlamentari».