Monaco, i migranti fanno chiasso. Polemica per un muro anti-rumore

Gli abitanti delle città europee non hanno più diritto a un po’ di tranqullità. Amministratori regionali e locali di Monaco di Baviera hanno criticato una Monaco di Baviera costruita alla periferia sud-orientale della città per limitare il fastidio di un centro d’accoglienza per migranti minorenni di prossima apertura. Pur concordata col Comune, la barriera viene criticata dai soliti buonisti perchè sarebbe un “muro” anti-migranti più alto di quello di Berlino. La vicenda viene segnalata dall’agenzia Dpa. “Ritengo oltremodo infelice questa forma di delimitazione e isolamento”, ha dichiarato il capogruppo regionale bavarese del partito socialdemocratico (Spd), Markus Rinderspacher. Un vicepresidente circoscrizionale indipendente, Guido Bucholtz, ha definito quello del rumore un “argomento debole” mentre il “segnale” lanciato è che “si isolano i profughi perché  non li si vuole”. La costruzione della barriera nel quartiere Neuperlach era stata decisa nel giugno scorso quale compromesso fra l’esigenza di avere un centro di accoglienza per 160 bambini e ragazzi profughi senza genitori e la quiete reclamata dagli abitanti.

La barriera è alta quattro metri, precisa la Dpa, e quindi di una quarantina di centimetri in più del muro di Berlino di cui proprio mercoledì ricorre il 27/o anniversario della caduta. L’allestimento del centro di accoglienza migranti era stato deciso nel 2014 e i primi arrivi erano attesi per l’inizio di quest’anno ma sette ricorsi avevano causato un ritardo. Dopo il compromesso trovato a giugno in un incontro fra abitanti, circoscrizione e amministrazione comunale, la nuova scadenza è ora la fine del mese. Il Comune sottolinea che la barriera sorge solo su un lato dell’ostello senza circondarlo e i giovanissimi migranti saranno liberi di muoversi. La stessa Dpa ammette però che la vicenda contrasta con l’immagine di apertura e accoglienza di migranti  che Monaco dimostrò l’anno scorso durante la crisi dei migranti bloccati nei Balcani e poi fatti entrare in Germania con un’apertura straordinaria e temporanea delle frontiere. Appunto gli abitanti di Monaco non sono razzisti con i migranti. Vogliono solo stare in pace. Ne hanno diritto o no?