Migranti, il 2016 è l’anno record di sbarchi in Italia: oltre 171mila arrivi

Un’invasione di migranti senza precedenti. I dati del Viminale segnano 171.299 migranti sbarcati via mare dall’inizio dell’anno ad oggi. Quando manca più di un mese alla fine del 2016, quello in corso diventa così l’anno record per flusso migratorio: è stato infatti già superato il totale registrato finora nell’anno di picco, il 2014, quando si registrarono complessivamente 170.100 arrivi. Il dato 2016 segna un aumento del 19% rispetto al 2015. E si raggiungono continui record anche sul fronte dell’accoglienza: le persone ospitate dal sistema nazionale sono ben 176.720, con un significativo balzo in avanti rispetto alle 103.792 dell’anno scorso.

Migranti, raddoppiato il numero dei minori non accompagnati

Quanto alla distribuzione per Regione, il 13% è in Lombardia, a seguire il Lazio (9%) e poi, con l’8%, Sicilia, Veneto, Campania e Piemonte. Quasi raddoppiato rispetto allo scorso anno il numero dei minori stranieri non accompagnati. Al 31 ottobre scorso erano 22.772 contro i 12.360 rilevati nell’intero 2015 e i 13.026 del 2014. Quanto ai “ricollocamenti” di migranti in altri Paesi, quelli effettivi sono stati finora 1.642, per altri 1.417 si è in attesa di approvazione da parte dello Stato individuato, mentre 626 sono le richieste approvate e in attesa di transfer.

Migranti, il 21% arriva dalla Nigeria

Nel 2016 i porti maggiormente interessati dagli sbarchi dei migranti sono stati Augusta (22.096), Catania (16.824), Pozzallo (16.405), Messina (14.869), Reggio Calabria (14.403), Palermo (13.598), Trapani (13.231) e Lampedusa (10.997). Per quanto riguarda le nazionalità dei migranti, il 21% di coloro che sono arrivati quest’anno sulle coste italiane ha dichiarato di provenire dalla Nigeria. Seguono Eritrea (12%), Guinea (7%), Costa D’Avorio (7%), Gambia (7%), Senegal (6%), Mali (5%), Sudan (5%), Bangladesh (4%) e Somalia (4%).