Maltempo, flagellate Sicilia e Calabria. A Ribera non ci sono più strade (video)

 

Dopo l’alluvione al Nord Ovest dell’Italia, il Maltempo si è accanito violentemente al Sud. Situazione critica su diverse zone della Sicilia e della Calabria. E se la pioggia si è attenuata sulla martoriata provincia di Agrigento e di Messina dove sono caduti fino a 200mm in poche ore, i temporali hanno insistito per tutta la notte sulla Calabria ionica aggiungendo agli accumuli eccezionali della giornata di ieri ancora altra pioggia con punte sulla Locride di 400mm. Il dissesto maggiore nella provincia di Agrigento a Ribera, comune rimasto praticamente isolato a causa dello straripamento dei fiumi Magazzolo e Verdura. 

Maltempo implacabile  al Sud

A Sciacca si contano danni e dispesi del maltempo: l’alluvione ha causato un disperso, un uomo di 60 anni la cui auto è stata ritrovata  in località Muciare, nell’alveo di un torrente con l’abitacolo vuoto. Si ipotizza che lo sventurato sia stato travolto da una frana e trascinato dalla furia delle acque. Pesanti problemi per la circolazione a causa delle numerose strade chiuse o addirittura divelte dalle alluvioni, le statali 115 e 386 sonoimpraticabili. La circolazione ferroviaria è stata sospesa sulla linea Palermo-Agrigento, tra le stazioni di Roccapalumba e Agrigento, per l’allagamento dei binari della stazione di Castronovo. Nel messinese ionico la situazione più critica tra Giardini Naxos, Taormina e Letojanni. A Letojanni non si hanno più notizie di un commerciante di 70 anni. Un altro disperso è stato segnalato a Giardini Naxos. Drammatica la situazione anche a Ribera, altra città particolarmente colpita. “Non abbiamo più strade, tutto è stato divelto, distrutto. Siamo quasi isolati, non possiamo nemmeno raggiungere l’ospedale di Sciacca: è l’apocalisse”, il grido d’allarme del sindaco Carmelo Pace.

In Calabria la situazione peggiore è nellaLocride, le fiumare che solcano quel tratto della costa che scende dai monti sono diventate dei fiumi in piena travolgendo ogni cosa. Molti danni per le inondazioni a Bianco, Locri, Ardore, Bovalino e Bivongi. Strade impraticabili, sottopassi allagati e persino in tratto della ferrovia divelto. Piogge torrenziali e situazione difficile anche nel Crotonese.A Roccabernarda le fiumare sono straripate allagando diverse abitazioni. Anche a Crotone cittàdiverse strade sono fine sott’acqua mettendo in difficoltà gli automobilisti.Nelle ultime ore le condizioni meteo sono migliorate anche sulla Locride mentre continua a piovere sul Catanzarese e sul Crotonese ma la situazione nelle prossime ore migliorerà anche su queste province.