L’ultima (delirante) accusa contro Trump: “Riporterà il cibo spazzatura a scuola”

Contro la nascitura presidenza di Donald Trump si è innescata una vera e propria campagna terroristica dei media. L’ultima bizzarra teoria è che il ” punk food” potrebbe ritornare nelle mense scolastiche. Secondo quanto scrive Cbs News, è un’ipotesi che potrebbe profilarsi visto il sostegno del nuovo presidente eletto Donald Trump per le catene di fast food Kentucky Fried Chicken e McDonald’s. L’allarme lanciato dal reporter americano che ha ripreso un “suggerimento” dello staff democratico, è che potrebbero quindi essere vanificati gli sforzi dell’amministrazione Obama, ed in particolare della First Lady Michelle, per combattere l’obesità negli Stati Uniti, cominciando dalle scuole.

Trump non ha mai preso posizione sulle mense scolastiche

Oltre a promuovere pasti più salutari, Obama ha anche reso obbligatorio l’utilizzo di etichette che indichino le calorie, la quantità di grassi e ha posto un tetto alla quantità di sodio nei cibi pre-confezionati. Trump non ha mai preso posizione in campagna elettorale sulle norme che regolano i pasti scolastici, ma molti repubblicani, direttori scolastici e l’industria alimentare hanno già manifestato la loro contrarieta’ alla politica delle etichette e sono pronti a far sentire le proprie ragioni, soprattutto in termini di costi. Un malcontento che potrebbe ricevere accoglienza nell’ipotesi che il nuovo ministro dell’agricoltura sia Sid Miller, del Texas, famoso per aver eliminato il bando imposto dallo Stato alle friggitrici e ai distributori di bibite gassate.

Tra Lady Trump e Michelle Obama chi mangia davvero cibo spazzatura?

Quello che l’inchiesta della Cbs non dice è che la nuova first lady è una testimonial di fatto del cibo sano. E come lei lo sono i figli di Donald Trump. Nessuno dei quali appare sovrappeso. Lo stesso non si può dire della famiglia Obama. Insomma, tra la robusta Michelle Obama e la filiforme Melania Trump, chi direste che mangia davvero cibo spazzatura?