A Laura Boldrini piace “questa” Europa: «Qualcuno vuole che fallisca»

In difesa dell’indifendibile, con un solo piccolo accenno critico. Laura Boldrini parla al forum sulla governance in Europa. Parole di circostanza ma anche un arroccamento su posizione filo-Ue : «Oggi più di ieri c’è un diffuso interesse affinché l’Europa fallisca. La congiuntura politica fa capire chiaramente che alcuni partner non hanno interesse ad un ‘Europa coesa», dice la presidente della Camera nel corso dell’evento organizzato da Eunews il giornale italiano per gli affari europei.

La Boldrini tra parole di circostanza e analisi ovvie

Un’ammissione c’è, anche se è stato anche superfluo sottolinearla tant’è sotto gli occhi di tutti: «L’Europa attraversa una crisi profonda», ha infatti detto la Boldrini nel suo saluto alla due giorni sulla governance europea in corso alla Camera alla Sala della Regina. E dà la solita motivazione detta e ridetta: «Pesa il distacco crescente tra Ue e cittadini». Un distacco, però (e questo la presidente della Camera non lo dice) voluto da chi ha le redini del potere europeo tra le mani. Poi la Boldrini aggiunge: «Pesa la difficoltà dei governi nella gestione del fenomeno della globalizzazione, che insieme a nuove opportunità ha generato più acute disuguaglianze. Mi auguro che a marzo, in occasione del sessantesimo anniversario dei Trattati di Roma, ha concluso il suo saluto la presidente della Camera – si faccia un chiarimento su cosa ci tenga insieme e sui grandi traguardi che ancora possiamo raggiungere”, conclude.