Hillary accetta la sconfitta: «Trump è ora il nostro presidente»

È all’insegna del fair play il primo discorso di Hillary Clinton dopo la sconfitta. “Dobbiamo accettare il risultato” della vittoria di Donald Trump che ora “è il nostro presidente”. E poi ancora: “Mi sono congratulata con Donald Trump e impegnata a lavorare con lui per il bene del Paese”. Hillary è salita sul palco con accanto Bill Clinton in un hotel di New York, accolta da un lunghissimo applauso e visibilmente emozionata. “Grazie, amici. Grazie per essere qui”. La candidata democratica non ha nascosto  però la sua delusione: “È una sconfitta dolorosa, e lo sarà  per molto tempo. Sono delusa e mi dispiace non aver vinto queste elezioni”. Hillary ha anche mandato un messaggio alle sue sostenitrici: “Non abbiamo ancora rotto il più alto e più duro soffitto di cristallo ma un giorno succederà”. La leader democratica si riferiva alla possibilità, sfumata, di una donna presidente degli Usa. “Niente mi ha reso più orgogliosa” di essere la campionessa delle donne. E ha aggiunto: “Alle bambine che stanno guardando, non dubitate mai del vostro valore e del vostro potere e di meritare ogni chance e opportunità del mondo”.

Hillary ha inoltre ringraziato il presidente uscente.”Il nostro Paese ha un enorme debito di gratitudine verso Barack e Michelle Obama“. Sull’avversario ha inoltre aggiunto: “Vogliamo che Trump abbia successo per tutti noi” , sottolineando di “volere una vita migliore per tutti. Vogliamo costruire un’America più forte e giusta”.