Genova, all’università decolla il libretto transgender. FdI: iniziativa surreale

L’Università di Genova ha introdotto il doppio libretto per studenti transgender, per iniziativa del Comitato pari opportunità dell’ateneo, e negli ultimi giorni ha inviato email informative agli iscritti sulla nuova possibilità che entra in vigore da questo anno accademico. Una novità che i due consiglieri regionali e comunali di Fratelli d’Italia, Matteo Rosso e Stefano Balleari, definiscono “surreale”. Il provvedimento, introdotto nel 2015 e applicato per la prima volta quest’anno, si rivolge agli studenti che si trovano nella situazione di transizione di genere. Nell’informativa viene spiegato che si può attivare il doppio libretto universitario per transgender con i due nomi e cognomi, quello ufficiale e quello di elezione. “Un’iniziativa ai confini della realtà. Subito abbiamo pensato a uno scherzo. Poi vista la preoccupazione dei ragazzi, abbiamo capito che è l’amara realtà. Siamo allibiti che l’Università di Genova possa promuovere iniziative tanto becere” hanno scritto in una nota gli esponenti di FdI. Nei giorni scorsi Rosso aveva fatto votare dal Consiglio la proposta di sportelli per contrastare la diffusione della ‘teoria gender’.