Frequentava la ex di un pregiudicato: pestato dal branco. Cinque arresti

Cinque giovani, tre dei quali ancora minorenni, sono stati identificati ed arrestati dalla polizia dopo un feroce pestaggio ai danni di un 17 enne di Casoria (Napoli) avvenuto ad Afragola. Il branco ha agito sotto la guida di un pregiudicato, T.C, di 23 anni agli arresti domiciliari nella sua abitazione di Afragola (Napoli) per detenzione di armi. Secondo quanto emerso dalle indagini degli agenti della sezione Volanti dell’Ufficio prevenzione generale della questura il pregiudicato aveva deciso di “punire” il 17enne  per la frequentazione con la sua ex fidanzata, mentre lui era in carcere.

Pestato dal branco e abbandonato nelle campagne di Afragola

Il ragazzo pestato  è stato attirato in trappola da alcuni conoscenti di età tra i 16 ed 23 anni, che gli hanno dato appuntamento sotto l’ abitazione di T.C. Qui lo hanno pestato e colpito a pugni e calci fino a fargli perdere coscienza. Pensando che fosse morto, il pregiudicato ha ordinato ai complici di disfarsi del corpo. A.S., 21 anni, L.D.O., 17, ed S.S.,16 , tutti di Casoria, hanno caricato il ragazzo sulla “600” di A.S. e lo hanno abbandonato nelle campagne di Afragola. Più tardi, A.S. è ritornato sul posto e, vedendo che respirava ancora, lo ha trasportato all’ospedale “San Giovanni di Bosco” di Napoli, ingiungendogli di non fare parola del pestaggio subito.

La vittima non è in pericolo di vita

Il ragazzo pestato ha riportato gravi ferite, anche se non è in pericolo di vita. La polizia ha avviato le indagini ed ha sequestrato al pregiudicato 23 enne il telefono cellulare. In un messaggio vocale “WhatsApp”, inviato a L.D.O, erano contenuti tutti i dettagli dell’imboscata tesa al 17 enne. L.D.O. è stato arrestato in un supermercato nel quale lavora e trasferito insieme agli altri due minorenni nel Centro di Prima Accoglienza di Viale Colli Aminei, a Napoli. I due maggiorenni sono stati arrestati e trasferiti nel carcere di Poggioreale. Per tutti le accuse sono di concorso in tentativo di omicidio, sequestro di persona ed omissione di soccorso. Il pregiudicato è stato anche denunciato per evasione dagli arresti domiciliari.