Finti separati intascavano da 10 anni l’assegno sociale: truffa da 110mila €

Hanno finto di separarsi per ottenere l’assegno sociale mensile destinato a chi non ha alcun reddito familiare. Ben 700 euro mensili, che P.G., un settantenne, ha intascato per oltre un decennio, senza averne diritto, grazie ai consigli della moglie, ex addetta all’ufficio pensioni dell’Inps. I due coniugi sono stati denunciati alla Procura di Ivrea e la guardia di finanza, che ha effettuato le indagini, ha posto sotto sequestro 110 mila euro, probabile frutto del raggiro. Dagli accertamenti della guardia di finanza è risultato che in realtà la coppia continuava a vivere insieme, non nella casa fatiscente delle Valli di Lanzo in cui l’uomo aveva la residenza, ma in un alloggio a Torino. Inoltre la cosa grave è che si tratta di persone che non vivevano affatto nell’indigenza. La moglie, infatti, era intestataria di vari conti correnti e polizze assicurative e aveva aderito anche a fondi di investimento. Per entrambi l’accusa è di truffa aggravata.