Casamonica, dopo i funerali show anche pranzi di nozze a sbafo

Riflettori accesi ancora una volta sui Casamonica, dopo i funerali show del boss Vittorio con sei cavalli neri che trainavano una carrozza antica, Rolls-Royce, elicottero che lanciava petali di rosa sulla bara e musica del Padrino. C’è un’altra vicenda che li vede protagonisti: un pranzo di nozze sbafo, il conto è stato pagato con assegni scoperti. Come si legge sul Il Tempo  ci sono indagini aperte  per un episodio del 16 settembre 2014: una festa di nozze a Tivoli per 500 invitati a base di ostriche, tartufi bianchi, caviale e champagne. Preventivo 188mila euro. Pagato solo con 12mila euro in contanti e due assegni regolarmente scoperti. Come si legge sul quotidiano romano, al preoccupato ristoratore avevano detto: «Siamo i Casamonica, siamo una garanzia».  E, infatti, prima di andarsene  oltre agli assegni scoperti i Casamonica si erano portati  via argenteria e arredi per 53mila euro. Non è la prima volta che avvengano fatti del genere. Nel 2013 i Casamonica lasciarono un debito di sedicimila  euro e il processo è ancora in corso.

Casamonica, truffe nella compravendita di auto di lusso

Qualche anno fa il clan dei Casamonica era finito sotto la lente di ingrandimento degli investigatori anche per truffe nella compravendita di auto di lusso. Con la complicità di alcune agenzie di disbrigo pratiche auto di Roma, il clan acquistava auto di grossa cilindrata con assegni circolari rubati e reintestava i veicoli, mediante la falsificazione dei documenti di circolazione, a soggetti vicini all’organizzazione criminale.