Ancora caldo anomalo a Napoli. E sul lungomare c’è chi si tuffa in acqua

In pieno novembre a mare. Accade a Napoli dove l’ondata di caldo anomalo ha portato alcune persone a rimettersi in costume, sul lungomare Caracciolo, a concedersi addirittura qualche tuffo. Sulla spiaggia della rotonda Diaz, utilizzata normalmente in questi periodi dai residenti della zona per far sgambare i cani, c’erano oggi, come ieri, anche decine di persone a prendere il sole e tra loro chi, i più audaci, si è concesso qualche bracciata nello specchio d’acqua antistante il Castel dell’Ovo.

 Il lungomare di Napoli tra “bagnanti” e l’Albero natalizio gigante

A fare da contraltare a questa immagine estiva, a riprova dell’imminente arrivo delle feste di fine anno, il grande cantiere, a ridosso della spiaggia, inaugurato oggi per allestire ”’N Albero” la maestosa struttura di 40 metri a forma di albero di Natale. È una “installazione turistica”, non “artistica o culturale” che sorgerà, terminato il cantiere, alla Rotonda Diaz, proprio sul lungomare di Napoli per festeggiare il Natale. Pasquale Aumenta è il patron di Italstage, l’azienda che si occupa della realizzazione. La costruzione è ufficialmente partita e, rispettando il cronoprogramma, sarà pronta l’8 dicembre prossimo. La struttura sarà alta 40 metri, solo la punta 20 metri. La base è composta da materiali zavorranti «150 tonnellate per aumentare stabilità», afferma Giuseppe Morrone, direttore del cantiere. «Stiamo parlando di una struttura multidirezionale composta da 28mila elementi». Il tutto sul lungomare, mentre alcuni napoletani si tuffano a mare.