Blair: “La May è una mezzacalzetta, Corbyn uno svitato: ora torno io”

Della serie, arriva il salvatore della patria… Secondo il domenicale britannico The Sunday Times l‘ex premier britannico Tony Blair starebbe preparando il suo ritorno in politica poiché ritiene di poter colmare un vuoto provocato da una premier – Theresa May – che definisce una “mezzacalzetta” e un capo dell’opposizione – Jeremy Corbyn – che bolla come uno “svitato”, secondo le parole riportate dal  domenicale britannico. Potrebbero combinare grossi guai con la Brexit, è il pensiero di Blair, pronto a cogliere una ghiotta opportuità per tornare sotto i riflettori della politica internazionale.

Blair: May e Corbyn, solo disastri con la Brexit

Secondo il giornale, l’ex leader del Partito Laburista starebbe formando un istituto vicino a Whitehall street, la via dove c’è il palazzo del governo, e starebbe conducendo colloqui con ministri di alto livello, dal momento che intende ritornare nella politica britannica. Alcuni funzionari temono che Blair potrebbe influenzare i piani del governo sulla Brexit. E sarebbe proprio la gestione della Brexit la causa del suo ritorno. Una fonte non meglio identificata ha detto al giornale che Blair sarebbe già alla ricerca di uffici per trasferirvi il suo staff di 130 persone. Blair ritiene che sia il governo May sia l’opposizione “potrebbero fare un disastro con la Brexit”. Torno io, prima che facciano casini…