Berlusconi: «Renzi perde? Gli offro di fare l’annunciatore a Mediaset»

«Renzi all’inizio mi stava simpatico poi mi ha deluso, come affabulatore è il più bravo. Non lo comprerei per una squadra di calcio ma lo inviterei ad entrare in Mediaset come annunciatore visto che ha l’annuncite che gli viene molto bene salvo che poi agli annunci non segue niente». È un Silvio Berlusconi decosamente beffardo con il premier che partecipa alla  trasmissione Di Martedì sul La7  condotta da Giovanni Floris. “Se lascia la politica perchè vince il No,  a Cologno Monzese trova la porta aperta”, insiste ironicamente il leader di Forza Italia. «Sono molto convinto che italiani abbiano buonsenso e che quindi facciano vincere in larga misura il No». 

E il famoso patto del Nazareno? Berlusconi ne offre una versione più restrittiva. “Non ho mai potuto mettere mano a questa riforma Renzi l’ha sempre tenuta stretta come l’ha tenuta stretta il Pd». Renzi vuole impadronirsi dell’Italia.  «Se mi metto davanti alla tv vedo sempre e solo Renzi perchè è dappertutto. Lui è l’uomo solo, perchè se vince il sì diventa padrone del Pd, del governo e a priori del Senato, della Camera, sceglie il Capo dello Stato e sarebbe padrone dell’Italia e degli italiani, mi spiace ma non ci sto».

Berlusconi riserva anche punture di spillo ad Alfano e Verdini. È quando risponde alla domanda di Floris.«Vengono a parlare con alcuni di Forza Italia guardando alle prossime elezioni e dicendosi disponibili a costruire un centro moderato ma io non credo che gli elettori italiani possano accettare che dei transfughi che hanno tradito gli elettori possono di nuovo stare dalla parte degli elettori moderati».