Berlusconi: «Renzi mente: se vince il No non ci sarà nessun caos»

«Parisi deve raccogliere energie nuove»: parola di Silvio Berlusconi che prova a stoppare le polemiche nel centrodestra scaturite dal botta e risposta dell’imprenditore con Matteo Salvini. «Lui ha detto sempre – ha spiegato Berlusconi dai microfoni di Rtl 102,5 – di non sentirsi di Fi, quindi risponde lui delle cose che dice, mi auguro che vada avanti e che alla fine ci si possa ritrovare insieme: dobbiamo rinnovarci senza rottamarci”. Insomma, ha concluso il leader del centrodestra «Parisi può aiutarci in questa ricerca di persone nuove». Tanti anni di ricerche ma altrettanti ‘fallimenti’: Silvio Berlusconi non ha nascosto la propria delusione per non aver trovato un suo ‘erede’ politico. «Spero che ci sia», ha detto a Rtl 102.5, anche se «fino adesso questa scelta non mi si è presentata. Avevo puntato molto su qualcuno che poi addirittura è passato dall’altra parte… Altri personaggi hanno deluso. Di leader veri nella politica – osserva – ora ce ne è uno solo e si chiama Matteo Renzi. Fuori dalla politica forse ce ne è qualcuno, ma dalla politica è stato buttato fuori…». Sul capitolo referendum il cavaliere ha le idee chiare: bisogna votare No. E perciò attacca il presidente del consiglio: «Renzi mente: se vince il no non ci sara’ nessun caos. Sono le stesse bugie che diceva Napolitano quando diceva all’estero che il mio governo non aveva i soldi per pagare gli stipendi». «Renzi – ha concluso Berlusconi – usa l’arma della paura per raccogliere voti».