Il Bataclan riapre con Sting e un sistema di sicurezza a prova di Isis

La sala da concerto parigina del Bataclan riaprirà sabato 12 novembre alla vigilia del primo anniversario dell’attentato terroristico con un concerto di Sting. Lo ha annunciato questa mattina la proprietà del locale in cui il 13 novembre 2015 furono uccisi 93 spettatori da un commando di jihadisti durante un concerto. Il giorno dopo il concerto di riapertura, domenica 13 novembre, un anno esatto dopo l’attentato, il Bataclan – dove i lavori di ristrutturazione si sono appena conclusi – ospiterà una cerimonia in omaggio alle vittime. All’evento saranno presenti anche i musicisti della band americana che si esibiva quella sera, gli Eagles of Death Metal. Fino ad ora era stato annunciato che la sala da concerto avrebbe riaperto il 16 novembre con un concerto del musicista britannico Pete Doherty. Insieme ai lavori di ristrutturazione della sala, distrutta dalle esplosioni e dagli spari, è stata rafforzato il sistema di sicurezza, con un nuovo automatismo per l’apertura delle porte.

Le sette vite del Bataclan

Bataclan in origine era una grande sala da café-concert dallo stile orientaleggiante ispirato all’architettura cinese. La struttura venne inaugurata il 3 febbraio 1865. Nel 1892 fu acquistato dal cantante Paulus. Nel corso degli anni successivi la sala alternò periodi felici ad altri meno a causa dei frequenti cambiamenti di proprietà, ma visse un nuovo momento di gloria dopo il 1910, grazie a un restauro e un programma incentrato esclusivamente sulla rivista, specialmente gli spettacoli messi in scena da José de Bérys. Nel 1926 l’auditorium del Bataclan venne venduto e trasformato in un cinema, che però nel 1933 andò a fuoco con danni soprattutto al tetto a pagoda. Prima dell’attentato il Bataclan era noto per il suo programma assai vario che comprende concerti rock e pop, spettacoli comici, serate disco e di café-théâtre. La sera del 13 novembre 2015, durante un concerto degli Eagles of Death Metal, mentre gli stessi suonavano la canzone “Kiss the Devil”, il Bataclan è stato teatro di un attacco terroristico sferrato da un gruppo armato ricollegabile all’Isis.