Baghdad, ennesima strage dell’Isis: 80 morti per un camion bomba

Almeno 80 persone, di cui molti pellegrini iraniani, sono morte nell’esplosione di un camion bomba guidato da un kamikaze oggi a sud di Baghdad, secondo quanto riferisce la televisione panaraba Al Jazira. Fonti della sicurezza citate dall’agenzia Ap hanno precisato che l’attentato è avvenuto ad un distributore di benzina vicino alla città di Hilla, 120 chilometri a sud di Baghdad. Apparentemente l’attacco ha preso di mira un pullman di pellegrini iraniani che rientravano in patria dopo aver partecipato alle celebrazioni per la ricorrenza sciita di Arbain, il quarantesimo giorno dopo l’Ashura, l’anniversario dell’uccisione dell’Imam Hussein a Karbala. L’Isis ha rivendicato l’attentato suicida  di Baghdad. In una dichiarazione diffusa dalla sua agenzia Aamaq, lo Stato islamico ha precisato che l’attacco a Baghdad  è stato compiuto da un attentatore suicida alla guida di un mezzo pesante imobottito di tritolo.