Australia, la piccola Bridgette, malata di cancro, vince un concorso alla Nasa

«Sono estasiata, non avrei mai pensato di vincere, mai», ha commentato alla Abc News una giovane malata di cancro. A soli 10 anni, Bridgette Veneris, non solo è sopravvissuta al cancro, ma è stata ospitata alla Nasa per aver vinto un concorso grazie a una sua invenzione. La ragazzina australiana di Melbourne ha ideato un sistema per rendere più facile e veloce l’apertura dei cerotti e delle bende mediche. Grazie a questa intuizione è stata nominata migliore piccola scienziata di tutta l’Australia, aggiudicandosi il primo premio nel concorso LittleBIGidea.

A Bridgette la medaglia di migliore scienziata

Malata di leucemia, la piccola Bridgette si è sottoposta per 18 mesi alla chemioterapia: è stato proprio durante questo periodo, guardando le infermiere e i parenti faticare a scartare i cerotti, che le è venuta l’idea geniale che l’ha portata in cima alla classifica degli inventori. «È difficile per le infermiere aprire i cerotti perché indossano i guanti e anche per mia madre è difficile perché ha le unghie lunghe – ha raccontato la piccola australiana – ho pensato che se nessuno fa niente al riguardo, questo problema andrà avanti per sempre». Così Bridgette ha deciso di mettersi in gioco in prima persona: nel prototipo da lei realizzato e presentato al concorso, le bende e i cerotti escono fuori dal dispenser sterile già pronti all’uso. Geniale. «Ma il dispositivo si chiude completamente per impedire che i germi possano entrare dentro», ha assicurato. La sua invenzione fa anche un favore all’ambiente, dal momento che riduce lo spreco di plastica. Ed è anche fonte d’ispirazione: Bridgette ha dimostrato che si può trasformare un momento buio in una risorsa e in un modo per aiutare gli altri.