Verso le urne. Aperitivo per il no al circolo di Fratelli d’Italia di Colle Oppio

“Con il  svendi l’Italia ai poteri forti”. È uno degli slogan della massiccia campagna referendaria per il no di Fratelli d’Italia che continua il suo tour nei capoluoghi italiani e il “porta a porta” nei quartieri della capitale. Mercoledì 30 novembre alle ore 18,30 nello storico Circolo di Colle Oppio, a due passi dal Colosseo, si terrà un incontro-aperitivo per sostenere le ragioni del no alla riforma della Costituziome.

Aperitivo per il no a Colle Oppio

Musica e immagini accompagneranno l’evento che verrà concluso da Fabio Rampelli, capogruppo di Fratelli d’Italia alla Camera. All’iniziativa, oltre al coordinatore regionale del Lazio, Marco Marsilio, parteciperanno i  consiglieri comunali Andrea De Priamo e Fabrizio Ghera, e i dirigenti Gianluca Caramanna, Federico Mollicone e Massimo Milan. A pochi giorni dall’appuntamento con le urne il partito di Giorgia Meloni punta i riflettori sulla posta in gioco e torna a smontare pezzo su pezzo le ragioni del sì (che si possono consutare sul sito  www.comitatonograzie.it), a partire dalle bugie sul taglio delle poltrone, la riduzione dei costi della politica, l’abolizione del Senato, la semplificazione legislativa. Oltre allo sfregio alla volontà popolare con la nomina dei senatori, sottratti al voto degli elettori, Fratelli d’Italia rivolge una particolare attenzione all’identikit del nuovo Senato, costruito su misura di Renzi, che verrà composta per la stragrande maggioranza da consiglieri regionali del Pd e del Pd, pronti a sabotare i provvedimenti della Camera. Un pasticcio che rischia di alimentare i conflitti tra i due rami del Parlamento in caso di vittoria del centrodestra alle elezioni politiche.Infine qualcje istruzione per l’uso. «Magari hai pensato “voterei no ma che ci vado a fare, tanto i no sono in vantaggio…” – scrive in una news letter Mollicone –  se ti fossi distratto o fossi stato ipnotizzato dalle continue bugie di Matteo Renzi è bene ricordarci che questo referendum non ha il quorum. Vince chi prende un voto in più». La mobilitazione nazionale di Fratelli d’Italia, dopo le manifestazioni di Milano e Roma, si concluderà giovedì 1 dicembre a Napoli all’hotel Ramada.