Putin scherza con un bambino: «La Russia non ha confini» (video)

Il leader del Cremlino in tv

Sorrisi e battute di Vladimir Putin alla cerimonia di premiazione di un concorso di geografia trasmesso in tv. Il leader del Cremlino ha chiesto a un bambino di nove anni dove finissero i confini della Russia. Il piccolo ha risposto «sullo stretto di Bering». E il presidente russo: «Non finiscono da nessuna parte». Poi naturalmente ha precisato che si trattava di uno scherzo.

Il colloquio tra Putin ed Erdogan

Ma non solo. I presidenti di Russia e Turchia, Putin e Recep Tayyip Erdogan, hanno discusso della “crisi siriana”. Il tutto è avvenuto In una conversazione telefonica “su iniziativa della parte turca”. Lo ha riferito il Cremlino, secondo cui i due leader hanno trovato punti in comune. Si sono detti d’accordo in particolare per continuare il dialogo attivo tra i ministeri degli Esteri e della Difesa e tra i servizi segreti di Russia e Turchia mirato ad assicurare il coordinamento degli sforzi nella lotta al terrorismo internazionale. Putin ed Erdogan hanno inoltre discusso «degli attuali problemi della cooperazione politica ed economico-commerciale tra Russia e Turchia, compresi i futuri contatti bilaterali a livelli diversi».

La posizione del Cremlino sugli Stati Uniti

Per quanto riguarda gli Stati Uniti si attende. Il Cremlino ritiene che sia «troppo presto».  È infatti un’incognita la posizione della Siria su Trump. Per il portavoce di Putin, Dmitri Peskov, «bisogna essere pazienti». Va analizzata e capita quale sarà la configurazione della nuova amministrazione Usa. Peskov ha comunque sottolineato che Putin ha alcuni punti fermi. Per lui è «impossibile risolvere la situazione senza cooperazione efficace tra la Russia e gli Usa»”. Peskov ha poi smentito che ci siano stati contatti tra il Cremlino e il figlio di Donald Trump.