Videosorveglianza, la Camera dice sì alle telecamere negli asili (video)

Videosorveglianza dove ci sono bambini e anziani. Via libera della Camera alla installazione di telecamere a circuito chiuso negli asili e nelle strutture socio assistenziali per anziani pubblici e privati per contrastare gli abusi sulle persone più indifese della società di cui troppo spesso le cronache danno notizia. L’Aula della Camera ha approvato la proposta di legge, con 279 voti a favore 22 contrari (i deputati di Sinistra italiana) e 69 astenuti (i deputati M5S), che passa al Senato.

Videosorveglianza, la soddisfazione di Forza Italia

Nel video la soddisfazione di Forza Italia espressa da Gabriella Giammanco, prima firmataria e relatrice del provvedimento per l’introduzione della videosorveglianza negli asili nido, nelle case di riposo e nelle strutture socio-assistenziali per disabili: «Il testo approvato, che ha preso le mosse da una proposta di legge che ho presentato nel lontano 2008, è frutto di una grande attività di mediazione e di un iter legislativo attento e approfondito, durante il quale l’obiettivo è sempre stato quello di dare uno strumento di tutela ai soggetti deboli a cui si rivolge: bambini piccolissimi, anziani, disabili. La videosorveglianza sarà un importante deterrente e un alleato prezioso per le forze dell’ordine, perché permetterà di rendere più veloci i tempi delle indagini nel caso di sospetti abusi. L’approvazione di questo provvedimento è per Forza Italia, che si è battuta con tenacia affinché fosse calendarizzato in aula, motivo di grande orgoglio e soddisfazione».