Vauro, che tristezza: in ospedale fa il pugnetto a “fasci e leghisti”

“Dedicata ai simpatici fasci, leghisti e grilletti che mi augurano di schiattare… Scampata anche stavolta. Tie’!”. Non si capisce bene cosa abbia avuto il vignettista Vauro, ma dall’immagine che lui stesso ha postato sul suo profilo Facebook si intuisce che non deve essere stata una cosa semplice. Eppure il suo pensiero, dal letto di ospedale, non era rivolto alle flebo o alle infermiere ma ai suoi eterni nemici politici, ai quali ha dedicato il pugnetto comunista. Vignettista, scrittore, ospite fisso dei programmi di Santoro, Vauro Senesi è stato membro del Comitato Centrale del Partito dei Comunisti Italiani, coi quali si è presentato alle Elezioni europee del 2004, ottenendo complessivamente 7324 voti di preferenza (di cui 3331 nella circoscrizione Italia Nord-occidentale e 3993 nella circoscrizione Italia Centrale), non risultando eletto. Nel 2013, in occasione delle politiche nazionali, espresse il suo sostegno verso la lista Rivoluzione Civile di Antonio Ingroia, non presentandosi come candidato ma proponendo Maya Marchioni al suo posto. Il fallimento completo del progetto Ingroia e di tutti i suoi progetti politici, ovviamente, non lo ha minimamente scalfito nelle sue posizioni estreme e provocatorie e non gli ha fatto perdere la voglia di scherzare, neanche dal letto di un ospedale. E quando dalle pagine di Fb Vauro  ringrazia chi gli augura una pronta guarigione, aggiunge: “Tranquilli mi son già rimesso, se no col cacchio che postavo la foto”. Auguri di pronta guarigione, Vauro!