Trump in testa nello Stato-chiave della Florida. Clinton: la mia vittoria incerta

A 13 giorni dalle elezioni Usa, la democratica Hillary Clinton – che oggi compie 69 anni – mette le mani avanti, sebbene favorita nei sondaggi. “Non do nulla per scontato. È un’elezione incerta, non credete ai sondaggi“, ha ammonito l’ex first lady durante un comizio in Florida, cruciale stato in bilico.  Alla vigilia del voto, il prossimo 5 novembre,  anche Bon Jovi, con un concerto a Tampa, scenderà in campo in Florida per la Clinton. Ma a sorpresa è il repubblicano Donald Trump ad essere in testa nei sondaggi in Florida, lo Stato che con i suoi 29 grandi elettori (su 270 necessari per aggiudicarsi la presidenza) è fondamentale per la conquista della Casa Bianca. “Sono estremamente fiducioso sul fatto che vinceremo la Florida”, ha rassicurato il miliardario, cavalcando l’aumento dei costi dell’Obamacare, la riforma sanitaria voluta dal presidente Barack Obama e avvertendo che la Clinton, con le sue politiche per la Siria, ci trascinerebbe “in una terza guerra mondiale”.

E in Florida è appunto traballante il presunto vantaggio di Hillary Clinton, con il tycoon che per la prima volta da settimane torna in testa a un sondaggio. Secondo l’ultima rilevazione di Bloomberg, infatti, Trump è avanti di due punti su Hillary Clinton, 45% a 43%.