Tentano di rapire una diciottenne a Roma: arrestate tre donne rom

Tre rom hanno tentato di rapire una connazionale, appena maggiorenne, per farla prostituire. Per questo tre donne rom, di 17, 22 e 23 anni, sono state arrestate dai carabinieri della stazione di Roma Torrino-Nord. Tutto è avvenuto nei pressi del campo nomadi in via Asciano, quando le tre rom sono entrate di forza nell’abitazione, un appartamento privato nella stessa strada, dove vive la vittima, per portala via. I carabinieri, allertati dal proprietario di casa che convive con la ragazza, sono subito intervenuti accertando che la loro intenzione era quella di sfruttare la connazionale prendendo i guadagni. Alla vista dei carabinieri le donne si sono subito allontanate cercando di nascondersi nel campo nomadi, ma la loro fuga è durata poco. Le tre donne, arrestate con l’accusa di tentato sequestro di persona e violazione di domicilio, sono state portate in carcere ad eccezione della minore che si trova in un centro di prima accoglienza.

Rom, i precedenti tentati rapimenti

Non è la prima volta che i rom tentano di fare rapimenti. A maggio a Vignola, in provincia di Modena, due rom hanno tentato di rapire una bimba di sette mesi. Mentre il padre preparava il seggiolone due donne rom avevano preso di mira il passeggino. Il papà della bimba però aveva subito reagito dando un calcio alle due rom. Le due rom avevano fatto perdere subito le loro tracce.