Sulle Dolomiti già attivi i cannoni sparaneve. Ma l’inverno è lontano

Arriva il freddo e, con il freddo, la voglia di sciare. Da sempre meta privilegiata degli amanti di sci e slittini, le Dolomiti vedono già in azione i cannoni sparaneve. «Con oggi l’artiglieria di Dolomiti Superski è entrata in azione», ha entusiasticamente annunciato sul proprio profilo Facebook il consorzio sciistico. In effetti, una forte ed imprevista ondata di freddo sta infatti investendo in questi giorni l’Alto Adige. Solda e Dobbiaco si sono svegliate con 5 gradi sotto lo zero, Monguelfo e Selva di val Gardena con -4. Nelle città la minima della scorsa notte ha superato solo di poco gli zero gradi (Merano 1 grado e Bolzano 2 gradi).

L’annuncio sul profilo fb del “Dolomiti superski”

Anche se parliamo delle Dolomiti, tuttavia, il freddo non si fermerà a lungo. L’arrivo dell’inverno non è proprio dietro l’angolo: secondo i meteorologi, infatti, con il fine settimana le temperature dovrebbero riprendere a salire lentamente e tornare ai valori di stagione. La settimana in corso presenta infatti un’Italia divisa a metà tra Nord, dove fino le temperature oscilleranno tra i 12 e i 17 gradi fino a toccare i 20 previsti per sabato, ed un Sud interessato invece da un netto aumento delle temperature che arriveranno a toccare anche i 32 gradi per poi scendere nella giornata di sabato.

Gli esperti: presto tornerà il caldo

A far da cerniera tra i due estremi delle Dolomiti e dello Stretto di Messina è, come sempre, il Centro Italia dove le massime si manterranno stabili con le massime comprese tra 16 e 21 gradi per poi salire a 25 entro la giornata di sabato. Centro e Sud saranno interessati anche da un aumento della nuvolosità con pioggie e temporali diffusi fino alla giornata di venerdì.