Soldati italiani al confine con la Russia, il cdx insorge: «Una idiozia»

La notizia dell’invio di soldati italiani in Lettonia, al confine con la Russia, ha provocato una dura reazione nel centrodestra. «È una idiozia», una «astrusa follia», «il nemico è l’Isis non la Russia», «roba da non credere»: sono questi commenti che arrivano da Fratelli d’Italia, Lega, Forza Italia.  È stato come un fulmine a ciel sereno che arriva in un momento di tensione tra  Usa e Russia.  Perché l’Italia dovrebbe essere coinvolta in una discutibile iniziativa geostrategica della Nato?

Meloni: «Soldati italiani in Lettonia? Un’idiozia»

Giorgia Meloni: «La decisione di schierare truppe Nato, anche italiane, in Lettonia a partire dal 2018 è una idiozia degna della fallimentare politica estera di Barack Obama. L’Europa e l’Italia non hanno alcun interesse a creare un clima di guerra fredda con la Russia, e per di più questa provocazione è da un punto di vista strategico totalmente inefficace a contrastare una ipotetica situazione di conflitto. Purtroppo le nazioni europee sono ormai governate da piccoli politici attenti solo a rispettare i compiti dati loro dai burocrati europei e non a tutelare il proprio interesse nazionale. È inaccettabile che una decisione così grave sia stata presa dal governo Renzi senza avvertire gli italiani e il Parlamento. Fratelli d’Italia chiede al governo di riferire immediatamente alla Camera e spiegare i motivi di questa decisione assurda».

Gasparri: «Si riunisca la Commissione Difesa del Senato»

Maurizio Gasparri: «Chiedo una riunione immediata della commissione Difesa del Senato per discutere di questa astrusa follia di mandare soldati italiani in Lettonia per proteggere il confine Est dell’alleanza Nato. I russi sono nostri amici, combattono il terrorismo, hanno idee chiare a differenza di Obama e dei suoi camerieri. Dove si è deciso di mandare soldati in Lettonia? A fare cosa? Con la Russia bisogna ricucire i rapporti, bisogna condividere la loro chiara e decisa lotta al terrorismo islamico che invece Obama e l’Occidente hanno incoraggiato. Si riunisca immediatamente la commissione Difesa e si eviti questa follia di soldati italiani in Lettonia. Chi ha preso questa decisione è un pazzo».

Salvini: «Una follia»

Matteo Salvini: «Incredibile: nel 2018 un contingente di soldati italiani verrà inviato ai confini con la Russia, con una missione della Nato. Una follia anti-russa. Chi fa prove di guerra con la Russia è matto o è in malafede. Armi e soldati usiamoli contro l’Isis, non contro chi lo combatte!»

Calderoli: «La Russia è l’unica a combattere veramente l’Isis»

Roberto Calderoli: «I nostri soldati al confine con la Russia? Ormai siamo alla follia. La Russia è l’unico Paese dichiaratamente contro l’Isis, l’unico Paese che sta facendo azioni militari contro l’Isis e contro l’avanzata dell’integralismo islamico, eppure viene fatto oggetto di inspiegabili sanzioni economiche dall’Unione Europea e ora addirittura la Nato assume un atteggiamento di difesa militare verso Mosca?»